Displasia - Cuccioli di amstaff | Allevamento Happy Rascals | American staffordshire terrier

HAPPY RASCALS

American Staffordshire Terrier
Vai ai contenuti

Menu principale:

Salute
DISPLASIA DELL'ANCA

La displasia dell’anca del cane è una grave patologia che colpisce l’articolazione coxo-femorale.

Nella displasia dell'anca la testa del femore non si adatta perfettamente all’acetabolo, la cavità del bacino preposta al suo contenimento, e questo determina l’usura e l’erosione delle cartilagini dell’articolazione, a loro volta causa di processi artrosici deformanti che possono compromettere molto seriamente la qualità di vita del nostro cane. Si tratta di una patologia riscontrabile in tutte le razze canine, ma è prevalente in quelle di taglia media e grande .



La displasia dell’anca è considerata una patologia a eziologia multifattoriale, ma la componente ereditaria sembra essere predominante. I fattori ambientali e l'alimentazione possono influenzare la patologia, ma sembra ormai certo che il cane debba essere geneticamente predisposto. Per questo si dovrebbe evitare di utilizzare in riproduzione cani non testati.

La displasia è una patologia invalidante; la diagnosi viene fatta tramite lastre da ortopedici qualificati, e nel caso in cui il cane risulti gravemente displasico, la terapia è chirurgica.


LA DISPLASIA DEL GOMITO

La displasia del gomito è una patologia conseguente a disturbi dell’accrescimento delle component del gomito del cane. Ci sono numerose teorie in proposito che prendono in considerazione accrescimenti anomali delle cartilagini, traumi, fattori genetici, esercizio fisico, alimentazione, ecc.
È verosimile che l’incongruenza  nella crescita di radio e ulna derivi da un insieme di più fattori, ma in ogni caso queste anomalie sono causa della malformazione e/o degenerazione dell’articolazione del gomito.





La displasia del gomito può non essere evidente nei cani giovani; si manifesta con zoppia anteriore, dolorabilità all’estensione e/o flessione dell’arto, accumulo di liquido articolare. Peggiora con l’esercizio, mentre a freddo si nota una certa rigidità.
La diagnosi è radiologica.
Il risultato ED 0 corrisponde ad assenza di displasia. I gradi successivi sono ED B/L, ED 1, ED 2 e infine ED 3 (situazione di grave displasia del gomito).

Approfondimenti:


CERTIFICATI:
___________________________________________________
Copyright Francesca Negri

INDIRIZZO:
___________________
Ciserano (BG) - ITALY
TELEFONO:
+39 346 6600284
________________________________________
Torna ai contenuti | Torna al menu